Le Isole Tremiti

Le isole Tremiti erano usate per essere chiamate Insulae Diomedae, dal nome dell’eroe greco Diomede. Un uccello chiamato Diomedee, più piccolo di un gabbiano, vive qui e secondo la leggenda stanno piangendo la morte di quel valoroso guerriero Diomede, che fu sepolto qui dopo la distruzione di Troia. Sostiene che non sono altro che i compagni d’armi di Diomede, il cui dolore per la morte del guerriero era così grande che Venere li trasformò in splendidi uccelli. Le isole  Tremiti sono una grande attrazione turistica e ogni estate attirnoa migliaia di turisti da tutto il mondo. Le coste frastagliate delle tre isole principali sono piene di insenature e grotte e le loro spiagge scendono verso il mare. L’arcipelago comprende anche due rocce calcaree disabitate: Il Cretaccio e La Vecchia. I porti principali per prendere un traghetto per raggiungere le isole sono: Vasto, Ortona, Vieste, Manfredonia, Rodi Garganico, Capoiale e Termoli. Le auto non sono ammesse sulle isole, dovrai parcheggiare in uno dei porti di cui sopra. Se viaggiate in treno Termoli sembra essere la fermata ideale in quanto c’è un autobus diretto appena fuori dalla stazione che porta al traghetto.

Le Isole Tremiti sono un posto meraviglioso e spesso poco conosciute. In effetti, oltre alle famose località turistiche, queste isole offrono molti angoli nascosti e poco conosciuti, che difficilmente possono essere visitati in un giorno, ma che meritano un soggiorno più lungo di almeno 2-3 giorni. L’arcipelago, composto dalle isole di San Nicola, San Domino e Caprara, nonché dalle rocce del Cretaccio e della Vecchia, è raggiungibile via mare. Una volta arrivato nella terra, potresti voler andare alla scoperta della parte storica e architettonica dell’isola, o forse fare un trekking nella macchia mediterranea, o immergerti nelle acque cristalline, da solo o con un istruttore, ammirare le reliquie archeologiche dei fondali marini e delle acque caraibiche di questo tratto di mare. Le Isole Tremiti sono anche sinonimo di romanticismo e panorami mozzafiato: un’alternativa interessante per chi viaggia in coppia sarebbe noleggiare una zattera gonfiabile o un altro tipo di barca, esplorando l’isola e il suo scenario pittoresco. Tra le spiagge più belle che vale la pena visitare, citiamo Pagliai, Cala dei Fucili, Cala Spido, Cala degli Inglesi … e naturalmente le numerose calette presenti in tutta l’isola.

Lasciati sedurre dalla bellezza delle isole Tremiti: San Domino, San Nicola, la Capraia completamente deserta, il masso del Cretaccio e la piccola Pianosa. Un paradiso incontaminato e un luogo ideale per gli appassionati di immersioni. Parti da Vieste o Rodi Garganico per raggiungere l’arcipelago delle Tremiti. Oppure prendi l’elicottero da Foggia per godere di una vista spettacolare sul promontorio. La prima tappa della tua avventura sull’isola è San Nicola. Una volta sbarcati, segui il sentiero che si snoda attraverso le mura difensive, per raggiungere il belvedere, dominato dal Santuario di Santa Maria a Mare. L’isola di San Domino, la più grande del gruppo isolano, è un’esplosione di colori, profumi e vegetazione lussureggiante. Meritano una visita: il boschetto del Diamante, la piana dell’Eden e il colle dell’Eremita. Esplora l’isola in barca, per ammirare la costa e le numerose grotte marine. I siti di immersione più belli sono la Punta del Diavolo e la Grotta delle Rondinelle. A Capraia, puoi goderti le più spettacolari escursioni subacquee in tutto il Mediterraneo. Tuffati a Punta Secca e Cala dei Turchi: nuotare tra polpi e margherite di mare sarà un’esperienza che non dimenticherai.

Un’escursione notturna nella Foresta Umbra può essere piuttosto eccitante. Guidati da personale qualificato, è probabilmente un’esperienza molto diversa da quella a cui sei abituato: immergiti completamente nei suoni e nei profumi di questo prezioso ecosistema. Nelle vicinanze, il lago di Varano è il lago più grande dell’Italia meridionale.

Le numerose località balneari ti regalano una vacanza lungo la costa. Rodi Garganico si crogiola nel profumo dei fiori d’arancio e offre una vista spettacolare fino alle Isole Tremiti. Peschici è un villaggio arroccato su un’alta scogliera, a picco sul mare. Vieste, con i suoi vicoli stretti e suggestivi saliscendi, è coronata da archi e bianca come la neve. E Mattinata è circondata da una distesa di uliveti secolari. Di fronte al Gargano si trova un paradiso in miniatura circondato dal mare blu: le Tremiti sono una piccola catena di isole che contiene un microcosmo compatto ma diversificato. Tre sono le isole – San Nicola, San Domino e Capraia – e insieme ad alcune rocce impressionanti, costituiscono la Riserva Marina, una vera meraviglia della natura per gli appassionati di immersioni. Ma davvero, tutti quelli che succedono qui saranno ispirati da queste acque. Grotte, gole e gorgonie – tutte le reliquie di un passato lontano quando queste parti erano attraversate da rotte commerciali, rappresentano il meglio che può essere offerto a coloro che amano esplorare sotto il mare.

L’isola di San Domino è la più grande, con coste frastagliate e meravigliose grotte, come quelle di Viole, Sole e Bue Marino (Le grotte dei violini, le grotte del sole e le grotte del vitello marino).
Tramonti suggestivi si possono ammirare dall’Isola di San Nicola dove, al tramonto, un morbido colore rosato dipinge l’intero panorama. Chi è interessato alla fotografia può catturare immagini davvero straordinarie. Un’immersione riservata ai più esperti – grazie alle sue grandi profondità e alle forti correnti – è quella organizzata a Punta Secca, sull’isola di Capraia.