Ugento

Ugento è un comune della provincia di Lecce. Il suo territorio, nel Salento, comprende un tratto della costa ionica. La città sorge in parte sul sito di Ozan (Uxentum), importante città messapica. Nel 2008, Ugento è stata riconosciuta “Città d’Arte” e “Città Turistica in Economia della Regione Puglia” per la sua bellezza architettonica, archeologica e ambientale. Il territorio di Ugento è vasto e vario, caratterizzato dalla presenza di numerosi bacini di drenaggio. La collina su cui sorge il villaggio fu occupata fin dall’epoca preistorica, ma la prova attendibile di un insediamento è stata solo dal VI secolo a.C., che risale al manufatto in bronzo noto come “Zeus di Ugento” e tomba dipinta di Via Salentina ( IX secolo a.C.). Quando il popolo illirico si unì alla popolazione locale, diedero origine alla civiltà Messapica e Ugento divenne uno dei più grandi centri urbani e potenti: la città-stato, con un marchio e il suo esercito.

Durante l’impero romano, Ugento divenne parte del grande progetto espansionista di Roma, diventando comune alleato. Tra il V e il VI secolo, la città fu teatro di numerose invasioni barbariche, che si conclusero nel 545 con la distruzione da parte dei Goti. Subì una seconda distruzione da parte dei Saraceni nell’842, per poi risalire a causa della presenza di monaci basiliani. La città assunse l’aspetto caratteristico greco ed era dotata di nuove mura. Con l’avvento dei Normanni intorno al 1071, il vescovato greco fu nuovamente sostituito da quello latino. Diverse erano le famiglie che alternavano il governo di Ugento. L’economia si basa sul settore primario, sulla trasformazione dei prodotti locali (uva e olive) e sul turismo.

Ugento è indicato come una “città d’arte”, città d’arte. La sua storia antica risale alle tribù massapiche ma furono i romani a dargli il nome di Uxentum. Fu saccheggiato dai turchi ricostruiti e divenne un seggio episcopale nell’XI secolo. Il castello trapezoidale angolare fu costruito nel 13 ° secolo. Fu ridisegnato per diventare un maniero regale nel periodo rinascimentale.

Ugento è appena nell’entroterra del Mar Ionio, nel mezzo di una ricca zona archeologica. Qui fu trovata una statua in bronzo di Zeus del V secolo a.C., testimonianza della presenza greca molti millenni fa. Puoi vedere importanti manufatti nel Museo del Colosso, una collezione privata ospitata nello splendido Palazzo Colosso. Il museo comunale, il Museo Civico, ospita anche reperti archeologici e paleontologici. Il Museo Diocesano, d’altra parte, è una collezione di arte religiosa e oggetti con alcuni pezzi impressionanti nel mezzo.

La cattedrale neoclassica sembra un tempio greco, sebbene sia stata costruita nel 1855 ed è dedicata alla Madonna Maria Santissima Assunta in Cielo, un grande nome per il santo patrono della città. Interessanti sono anche la chiesa barocca di San Benedetto e la modesta chiesa della Madonna del Casale con i suoi antichi affreschi.

La città di 12.000 abitanti è abbastanza grande da offrire numerosi servizi e ristoranti pur mantenendo il suo fascino da piccola città. Ci sono strade strette addobbate con balconi e palazzi decorati in tutto il centro storico. Ugento si trova a pochi chilometri dalle spiagge sabbiose dello Ionio, alcune delle migliori in Puglia, come Torre Mozza e Torre San Giovanni, con acque limpide e miglia di lungomare da godere. Il promontorio di Santa Maria Leuca si trova a breve distanza in auto, e ci sono un sacco di città ricche di storia nel Salento da esplorare. Il Salento è anche famoso per i suoi vini, solo una gita per assaggiare l’annata proprio nelle cantine è una buona idea!

Situato sulla punta del tallone d’Italia, Ugento, un gioiello architettonico e artistico della bassa regione del Salento, si trova tra la costa ionica e la campagna mediterranea vestita di uliveti e vigneti. Dodici km di costa che comprende Torre San Giovanni, Torre Mozza e il Lido Marini, incantevoli località balneari che ogni estate accolgono visitatori da tutta Europa. Nelle ore serali Ugento si distingue per la vivacità del suo centro storico, il luogo perfetto per una piacevole passeggiata. A partire dalla sua splendida cattedrale – ricostruita dopo l’incursione turca del 1537 – poi attraverso Piazza San Vincenzo con la sua Torre dell’Orologio e il Palazzo Vescovile. Passeggiando per gli stretti vicoli del centro città, troverete alcune belle chiese come San Biagio e la Madonna Assunta, l’antico castello e imponenti palazzi che ospitano collezioni d’arte e di antiquariato, come Palazzo Colosso.

Se vuoi goderti l’atmosfera dell’antica Ugento, il centro storico è costellato da comode ed eleganti strutture ricettive. Per un’atmosfera più intima, scegli una delle masserie tradizionali, le “masserie”, oggi trasformate in pensioni esclusive immerse nella natura incontaminata. Se preferisci svegliarti con la vista sul mare, scegli la Marina di Ugento, sulla costa ionica, e scegli uno dei tanti splendidi hotel di questa località balneare. Il periodo migliore per godersi il mare è luglio e agosto, ma non è tutto ciò che offre: la costa è anche calda e accogliente a giugno e settembre, un periodo meno affollato e più tranquillo. Il resto dell’anno sarà dedicato a lunghe passeggiate, escursioni e gite alla scoperta dell’entroterra